Corporate Governance

Corporate Governance e assetti proprietari della società ex art. 123 bis del Decreto Legislativo 24 febbraio 1998 n. 58 e s.m.i. (TUF)

A far data dal 29 marzo 2006 le azioni Ansaldo STS sono quotate al segmento Star dei mercati organizzati e gestiti da Borsa Italiana S.p.A. e, dal 23 marzo 2009, sono state inserite nell’indice FTSE MIB.
Ansaldo STS, con delibera del Consiglio di Amministrazione del 19 dicembre 2006, ha aderito al Codice di Autodisciplina adottato da Borsa Italiana S.p.A. nel marzo 2006 (“C.A.”). Nel corso del 2007, la Società ha completato l’adeguamento alle prescrizioni dettate dal C.A. nella convinzione che le stesse contribuiscano in modo determinante a realizzare i punti cardine della policy societaria in materia di Governance. In particolare, il sistema di governo societario che si è inteso realizzare si pone quale obiettivo primario la creazione di valore per gli azionisti, nella consapevolezza della rilevanza della trasparenza sulle scelte e sulla formazione delle decisioni aziendali, nonché della necessità di predisporre un efficace sistema di controllo interno.

In data 5 aprile 2011 l’Assemblea degli Azionisti della Società ha nominato, quali componenti del Consiglio di Amministrazione della Società, i seguenti soggetti: Alessandro Pansa (Presidente), Giancarlo Grasso, Sergio De Luca, Giovanni Cavallini, Maurizio Cereda, Paola Girdinio, Filippo G. M. Milone, Tatiana Rizzante e Attilio Salvetti.
Il Consiglio rimane in carica per tre esercizi e, pertanto, sino alla data dell’Assemblea Ordinaria di approvazione del bilancio relativo all’esercizio 2013. Il Collegio Sindacale, anch’esso nominato nel corso dell’Assemblea degli Azionisti del 5 aprile 2011, è composto da Giacinto Sarubbi (Presidente), Renato Righetti e Massimo Scotton, mentre sono stati nominati Sindaci supplenti i signori Bruno Borgia e Pietro Cerasoli.
Il Consiglio di Amministrazione, riunitosi lo stesso 5 aprile 2011, ha nominato Giovanni Grasso quale Vice Presidente, Sergio De Luca quale Amministratore Delegato e Mario Orlando, Segretario Generale della Società, quale Segretario del Consiglio.
Il Consiglio ha poi proceduto alla nomina dei membri del Comitato per il Controllo Interno (Attilio Salvetti – Presidente, Maurizio Cereda e Paola Girdinio), del Comitato per la Remunerazione (Maurizio Cereda – Presidente, Giovanni Cavallini e Filippo G. M. Milone) e del Dirigente Preposto alla redazione dei documenti contabili societari nella persona di Alberto Milvio, Chief Financial Officer della Società.
I Consiglieri Giovanni Cavallini, Maurizio Cereda, Paola Girdinio, Filippo G. M. Milone, Tatiana Rizzante e Attilio Salvetti in sede di nomina hanno attestato il possesso dei requisiti di indipendenza richiesti dalla vigente normativa e dal C.A.; i suddetti requisiti sono stati anche valutati dal Consiglio di Amministrazione del 5 aprile 2011 e il Collegio Sindacale ha, a sua volta, verificato la corretta applicazione dei criteri adottati dal Consiglio. Sempre in data 5 aprile 2011 il Consiglio di Amministrazione della Società, in ottemperanza a quanto previsto dall’art. 8 C.1 del Codice di Autodisciplina, sentito il Comitato per il Controllo Interno, ha nominato l’Amministratore Delegato Ing. Sergio De Luca quale Amministratore Esecutivo incaricato di sovraintendere alla funzionalità del sistema di controllo interno e il dott. Mauro Giganti, responsabile della funzione Internal Audit della Società, quale Preposto al Controllo Interno.
Ai sensi di quanto previsto dal C.A., anche i membri del Collegio Sindacale Giacinto Sarubbi, Renato Righetti e Massimo Scotton, nel corso della prima riunione del Collegio tenutasi anch’essa in data 5 aprile 2011, hanno confermato il possesso dei requisiti di indipendenza richiesti dalla vigente normativa e dichiarati dagli stessi in sede di nomina.
In data 22 settembre 2011 l’incarico di Segretario del Consiglio della Società è stato conferito all’avv. Mauro Gigante quale nuovo Segretario Generale della Società in sostituzione del dott. Mario Orlando chiamato a ricoprire la carica di Group General Counsel di Finmeccanica.
In data 30 novembre 2011 il dott. Filippo G. M. Milone, in considerazione della sua nomina a sottosegretario alla Difesa dell’attuale governo in carica, ha rassegnato le proprie dimissioni con efficacia dal 13 dicembre 2011. Il dott. Filippo G. M. Milone era stato tratto dalla lista di Finmeccanica ed era amministratore indipendente e membro del Comitato per la Remunerazione.
Nel corso della riunione del 13 dicembre il Consiglio di Amministrazione ha (i) esaminato l’esito dell’indagine periodica svolta presso gli Amministratori della Società, volta a rilevare le cariche di Amministratore o Sindaco dagli stesse ricoperte in altre società quotate, finanziarie, bancarie, assicurative o di rilevanti dimensioni, prendendo atto degli incarichi comunicati da ciascun Consigliere; (ii) preso atto delle dichiarazioni rilasciate dagli amministratori indipendenti e confermato la permanenza in capo agli stessi dei requisiti di indipendenza richiesti dalla normativa vigente e dal Codice di Autodisciplina. Attualmente il Consiglio di Amministrazione della Società è, quindi, composto da 8 membri di cui cinque indipendenti.
Analogamente ai sensi di quanto previsto dal Codice di Autodisciplina, anche i membri del Collegio Sindacale, in data 27 gennaio 2012, hanno confermato il possesso dei requisiti di indipendenza richiesti dalla vigente normativa.
Nel corso del primo semestre del 2011 è stata, inoltre, conclusa la valutazione periodica sulla dimensione, sulla composizione e sul funzionamento del Consiglio e dei suoi comitati, verificandone la compliance con i principi ed i criteri applicativi del C.A. e con le best practice italiane ed internazionali.
In data 13 dicembre 2011 il Consiglio di Amministrazione della Società ha affidato l’incarico ad una società specializzata del settore di gestire per l’anno 2012 il processo di valutazione del Consiglio e dei Comitati Interni allo stesso.
Nel primo semestre del 2011, inoltre, la Società ha messo a disposizione del pubblico il Bilancio di Sostenibilità 2010 sottoposto a revisione limitata da parte di PwC.

Vengono qui di seguito elencati i principali strumenti di Governance di cui la Società è attualmente dotata:

  • Statuto
  • Codice etico
  • Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs. n. 231/01
  • Regolamento del Consiglio di Amministrazione
  • Regolamento del Comitato per il Controllo Interno
  • Regolamento del Comitato per la Remunerazione
  • Operazioni con Parti Correlate - Procedura adottata ai sensi dell’art. 4 del Regolamento Consob 17221 del 12 marzo 2010
  • Regolamento per la gestione delle Informazioni Privilegiate e per l’istituzione del Registro delle persone che hanno accesso alle predette informazioni
  • Codice di Internal Dealing
  • Regolamento Assembleare

Per un maggiore approfondimento della Governance della Società si rimanda alla “Relazione sulla Corporate Governance”, contenente anche le informazioni richieste dall’art. 123-bis del TUF, rinvenibile sul sito della Società www.ansaldo-sts.com.

“Ansaldo STS promuove e cura costantemente la conoscenza del Codice Etico implementato nelle principali società del Gruppo, definendone le procedure di applicazione.”
> Approfondimenti a pag. 37 e a pag. 114 del Bilancio di Sostenibilità 2011

Genova, 05 marzo 2012

Per il Consiglio di Amministrazione

Il Presidente

Dott. Alessandro Pansa

Sede legale in Genova, via Paolo Mantovani 3/5
Capitale sociale euro 70.000.000,000 Numero delle iscrizioni nel registro delle imprese di Genova e CF 01371160662
Soggetta all'attività di direzione e coordinamento da parte di Finmeccanica S.p.A.